Questo sito fa uso di cookie, propri o di terze parti,per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra informativa sull'utilizzo dei cookies. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.
Per avere maggiori informazioni sui cookies che usiamo e come eliminarli, consulta la nostra privacy policy

Accetto l’utilizzo dei cookies su questo sito 

 
 
Il Mosaico perduto di Caligola
Pubblicato
1 anno fa
Autore
Maurizio Reali

Da oggi 11 marzo è possibile visitare, presso il Museo delle Navi romane di Nemi, "il Mosaico perduto di Caligola", il  frammento in marmo romano a mosaico con serpentino e porfido, risalente al II secolo d.C. 

Il bene, originariamente parte della pavimentazione di una delle due navi da cerimonia dell'Imperatore Caligola, affondate nel lago di Nemi, è tornato finalmente a Nemi.

(dal Comunicato stampa):

Dopo essere stato rinvenuto proprio nel lago nell'ambito di una campagna di scavo condotta dal Ministero dei Beni Culturali tra il 1928 e il 1932, il reperto, inventariato e in carico al Museo delle navi Romane di Nemi (dato alle fiamme dai nazisti nel 1944), venne trafugato da ignoti nel dopoguerra.

La storia recente: è stato individuato dai Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale a New York, grazie alla collaborazione di esperti del settore, presso una collezione privata di una cittadina italiana residente negli Stati Uniti d'America e ad annunciarlo è stato nel 2017  il Ministro della cultura Franceschini

 

ATTUALI ORARI DI APERTURA DEL MUSEO DELLE NAVI:

dal lunedì al venerdì 9:00-19:00

CONDIVIDI

Da oggi 11 marzo è possibile visitare, presso il Museo delle Navi romane di Nemi, "il Mosaico perduto di Caligola", il  frammento in marmo romano a mosaico con serpentino e porfido, risalente al II secolo d.C. 

Il bene, originariamente parte della pavimentazione di una delle due navi da cerimonia dell'Imperatore Caligola, affondate nel lago di Nemi, è tornato finalmente a Nemi.

(dal Comunicato stampa):

Dopo essere stato rinvenuto proprio nel lago nell'ambito di una campagna di scavo condotta dal Ministero dei Beni Culturali tra il 1928 e il 1932, il reperto, inventariato e in carico al Museo delle navi Romane di Nemi (dato alle fiamme dai nazisti nel 1944), venne trafugato da ignoti nel dopoguerra.

La storia recente: è stato individuato dai Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale a New York, grazie alla collaborazione di esperti del settore, presso una collezione privata di una cittadina italiana residente negli Stati Uniti d'America e ad annunciarlo è stato nel 2017  il Ministro della cultura Franceschini

 

ATTUALI ORARI DI APERTURA DEL MUSEO DELLE NAVI:

dal lunedì al venerdì 9:00-19:00

 
 
Il CastellInforma è uno strumento di divulgazione online degli eventi di interesse culturale sociale e turistico dei Castelli Romani. Curato dal Consorzio Sistema Castelli Romani (SCR), cui aderiscono i 17 Comuni dei Castelli, è un servizio delle biblioteche per il territorio.
 
Informazioni aggiuntive sugli eventi pubblicati andranno richieste agli organizzatori ai recapiti indicati. La Redazione declina ogni responsabilità per variazioni/cancellazioni degli eventi segnalati
 
Registrazione al Tribunale di Velletri N.7/12 del 13/04/2012
 
 
castellinforma
Consorzio Sistema Castelli Romani
Viale Giuseppe Mazzini, 12
Genzano di Roma (RM)
 
contatti
Telefono: 0693956063
info@castellinforma.it
facebook/castellinforma
 
 
 
 
DIRETTORE RESPONSABILE:
Claudia Recchi
 
REDAZIONE EVENTI:
Marta Di Flumeri, Maurizio Reali, Chiara Rondoni
 
WEBMASTER:
Valerio Marino
 
SVILUPPO