Questo sito fa uso di cookie, propri o di terze parti,per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra informativa sull'utilizzo dei cookies. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.
Per avere maggiori informazioni sui cookies che usiamo e come eliminarli, consulta la nostra privacy policy

Accetto l’utilizzo dei cookies su questo sito 

 
 
SOS Laghi e zone umide
 
 
 
Dove e Quando
Area metropolitana
Evento online
LUN 30 MAGGIO 2022 - ore 18:00 - 19:30

Come
Evento per: Adulti, Giovani, Senior
Ingresso: Gratuito
Prenotazione: Si
Partecipanti: max: 100
Email di prenotazione: ecoistituto@resedaweb.org
 
NOTE
Per iscriversi al corso, scrivere a ecoistituto@resedaweb.org indicando il proprio nome e cognome, numero telefonico, comune di residenza ed eventualmente la scuola o l’associazione di appartenenza
Per informazioni
Tel: 069364170
 

La situazione delle risorse idriche e dei laghi dei Castelli Romani.

Il webinar è il terzo del Ciclo "SOS Laghi dei Castelli Romani", strutturato in 4 webinar e due escursioni.

Si tratta di un ciclo formativo/informativo strutturato in 4 webinar e due escursioni, dedicato ai docenti, ai volontari delle associazioni, ai cittadini, nell'ambito di SalviAmo i Laghi - Azione collettiva per riequilibrare le risorse idriche. 

A cura di Reseda onlus, con la collaborazione del Consorzio Sistema Castelli Romani.

È dagli anni ’80 che conosciamo la situazione di emergenza ambientale dei nostri laghi, sia per l’inquinamento prodotto dalle attività umane, agricoltura, turismo e residenziale, sia per il consumo delle risorse idriche che ha indotto l’abbassamento del livello dei due laghi e di molte altre zone umide. Durante il 2020 si è costituito un Comitato Promotore per un Contratto di Falda Lago Albano e Nemi con l’intento di mettere in campo azioni concrete ed efficaci per contrastare la situazione e salvaguardare le nostre aree umide.

Da settembre 2020 per diversi mesi ogni settimana, si sono realizzati incontri online dove tecnici ed esperti.
Hanno illustrato la situazione delle falde e dei bacini lacustri dei Castelli Romani. Decine sono stati gli esperti che hanno contribuito a fare chiarezza sul perché i laghi dei Castelli romani si sono abbassati di livello negli ultimi 30 anni. L’acqua che manca nei due bacini lacustri ha ormai superato i 45 milioni di mc, con un abbassamento di circa 20/30 cm l’anno. Durante questa serie di seminari abbiamo approfondito ogni tematica relativa alle falde e alle zone umide dei Castelli romani. Tra le azioni messe in campo dal Comitato è stata organizzata una campagna educativa e informativa sull’emergenza ambientale e sulle soluzioni che si possono mettere in campo.

Alla campagna informativa ha contribuito anche l’Ufficio di scopo "PICCOLI COMUNI E CONTRATTI DI FIUME" della Regione Lazio che, con il suo sostegno alle iniziative per i CONTRATTI DI FIUME DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI, DELLE RAGAZZE E DEI RAGAZZI (D.G.R. 851/2020), ha finanziato l’inizio della campagna educativa. Cristiana Avenali, la responsabile di questo ufficio e promotrice di questa iniziativa, ha inaugurato la campagna per la salvaguardia dei laghi e dei fiumi dei Castelli Romani.

La campagna comprende escursioni sul territorio guidate da tecnici ed esperti di ecologia, lezioni online, materiali e laboratori didattici. Fanno parte del comitato tecnico scientifico l’EcoIstituto RESEDA onlus, l’Associazione Italiana Ingegneria Naturalistica e il Sistema Castelli Romani, con il patrocinio del Parco dei Castelli Romani.

(Roberto Salustri)

CONDIVIDI
 
 
 
 

La situazione delle risorse idriche e dei laghi dei Castelli Romani.

Il webinar è il terzo del Ciclo "SOS Laghi dei Castelli Romani", strutturato in 4 webinar e due escursioni.

Si tratta di un ciclo formativo/informativo strutturato in 4 webinar e due escursioni, dedicato ai docenti, ai volontari delle associazioni, ai cittadini, nell'ambito di SalviAmo i Laghi - Azione collettiva per riequilibrare le risorse idriche. 

A cura di Reseda onlus, con la collaborazione del Consorzio Sistema Castelli Romani.

È dagli anni ’80 che conosciamo la situazione di emergenza ambientale dei nostri laghi, sia per l’inquinamento prodotto dalle attività umane, agricoltura, turismo e residenziale, sia per il consumo delle risorse idriche che ha indotto l’abbassamento del livello dei due laghi e di molte altre zone umide. Durante il 2020 si è costituito un Comitato Promotore per un Contratto di Falda Lago Albano e Nemi con l’intento di mettere in campo azioni concrete ed efficaci per contrastare la situazione e salvaguardare le nostre aree umide.

Da settembre 2020 per diversi mesi ogni settimana, si sono realizzati incontri online dove tecnici ed esperti.
Hanno illustrato la situazione delle falde e dei bacini lacustri dei Castelli Romani. Decine sono stati gli esperti che hanno contribuito a fare chiarezza sul perché i laghi dei Castelli romani si sono abbassati di livello negli ultimi 30 anni. L’acqua che manca nei due bacini lacustri ha ormai superato i 45 milioni di mc, con un abbassamento di circa 20/30 cm l’anno. Durante questa serie di seminari abbiamo approfondito ogni tematica relativa alle falde e alle zone umide dei Castelli romani. Tra le azioni messe in campo dal Comitato è stata organizzata una campagna educativa e informativa sull’emergenza ambientale e sulle soluzioni che si possono mettere in campo.

Alla campagna informativa ha contribuito anche l’Ufficio di scopo "PICCOLI COMUNI E CONTRATTI DI FIUME" della Regione Lazio che, con il suo sostegno alle iniziative per i CONTRATTI DI FIUME DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI, DELLE RAGAZZE E DEI RAGAZZI (D.G.R. 851/2020), ha finanziato l’inizio della campagna educativa. Cristiana Avenali, la responsabile di questo ufficio e promotrice di questa iniziativa, ha inaugurato la campagna per la salvaguardia dei laghi e dei fiumi dei Castelli Romani.

La campagna comprende escursioni sul territorio guidate da tecnici ed esperti di ecologia, lezioni online, materiali e laboratori didattici. Fanno parte del comitato tecnico scientifico l’EcoIstituto RESEDA onlus, l’Associazione Italiana Ingegneria Naturalistica e il Sistema Castelli Romani, con il patrocinio del Parco dei Castelli Romani.

(Roberto Salustri)

 
 
Il CastellInforma è uno strumento di divulgazione online degli eventi di interesse culturale sociale e turistico dei Castelli Romani. Curato dal Consorzio Sistema Castelli Romani (SCR), cui aderiscono i 17 Comuni dei Castelli, è un servizio delle biblioteche per il territorio.
 
Informazioni aggiuntive sugli eventi pubblicati andranno richieste agli organizzatori ai recapiti indicati. La Redazione declina ogni responsabilità per variazioni/cancellazioni degli eventi segnalati
 
Registrazione al Tribunale di Velletri N.7/12 del 13/04/2012
 
 
castellinforma
Consorzio Sistema Castelli Romani
Viale Giuseppe Mazzini, 12
Genzano di Roma (RM)
 
contatti
Telefono: 0693956063
info@castellinforma.it
facebook/castellinforma
 
 
 
 
DIRETTORE RESPONSABILE:
Claudia Recchi
 
REDAZIONE EVENTI:
Marta Di Flumeri, Maurizio Reali, Chiara Rondoni
 
WEBMASTER:
Valerio Marino
 
SVILUPPO