Questo sito fa uso di cookie, propri o di terze parti,per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra informativa sull'utilizzo dei cookies. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.
Per avere maggiori informazioni sui cookies che usiamo e come eliminarli, consulta la nostra privacy policy

Accetto l’utilizzo dei cookies su questo sito 

 
 
Tra scaro e orgiastico: l' 'apoteosi della danza' (b/n)
 
 
Dove e Quando
Casa delle Culture e della Musica
Piazza Trento e Trieste - Velletri (RM)
DOM 17 OTTOBRE 2021 - ore 11:15

Come
Evento per: Adulti, Giovani, Ragazzi, Senior
Ingresso: A offerta
Prenotazione: Si
Email di prenotazione: colleionci@gmail.com
Telefono di prenotazione: 3711508883 - 3393381360
 
NOTE
Sala con capienza dimezzata e posti distanziati, rispettando i protocolli di sicurezza anti Covid. È necessaria la prenotazione
Per informazioni
Tel: 3711508883 - 3393381360
 
Con un breve omaggio a Chopin nel giorno preciso della scomparsa (17/10/1849).
Al pianoforte Eliana Grasso.

 
PROGRAMMA:
 
Sinfonia n.7 in La maggiore op.92 (1811-12)
nella trascrizione per pianoforte solo di Franz Liszt
- Poco sostenuto - Vivace
- Allegretto
- Scherzo: Presto-Assai meno presto-Presto
- Allegro con brio
 
Omaggio a Chopin con 4 suoi brevi brani legati al mondo della Danza
Fryderik Chopin (1810-1849)
Preludio in Mi minore op.28 n.4
Preludio in La maggiore op.28 n.7
Mazurca in La minore op.17 n.4
Mazurca in La minore op.68 n.2 (postuma)
 
Franz Liszt (1811-1886)
“La danza nella taverna del villaggio”: Mephisto Valzer n.1
(versione per pianoforte solo dello stesso Liszt) S.514
 
Eliana Grasso, pianista, svolge attività concertistica in Europa e negli Stati Uniti in sale rinomate, come la Wigmore Hall, la Royal Academy of Music e il Bloomsbury Theater a Londra, la Carnegie Hall a New York, la Sala Verdi a Milano, l’Hermitage di San Pietroburgo, Theatre La Filature di Mulhouse, la Sala Maffeiana del Teatro Filarmonico di Verona, il Teatro Sociale di Bellinzona, la Cappella Paolina del Quirinale a Roma, Salon Chopin (Société Historique Polonaise) a Parigi, Palazzo Ducale a Mantova, Teatro Piccolo Regio a Torino e numerose altre.
Diplomata con il massimo dei voti presso il conservatorio “G. Verdi” di Torino, e premiata con la borsa di studio “Lascito Piacenza” per il miglior esame conclusivo, prosegue gli studi presso l’Accademia “Incontri con il Maestro di Imola” dove studia con F.Scala, R.Risaliti, P.Masi. Si perfeziona anche con K.Bogino, E.Arciuli, P.Badura-Skoda, M.Damerini, A.Lucchesini, S.Gadžijev, J.Swann, P.De Maria, L.Pogorelich.
Debutta nel 1994 eseguendo il concerto in re maggiore di Haydn, diretta da Luca Pfaff con l’Orchestra Sinfonica di Mulhouse, ricevendo grandi consensi di pubblico e critica, e ha poi collaborato con numerose orchestre quali l’Orchestra Magister Harmoniae, l’Orchestra Piccolo Auditorium Paradisi, l’Orchestra del Teatro Filarmonico di Verona, diretta fra gli altri da Piero Bellugi.
Si esibisce regolarmente come solista e in formazioni cameristiche per le più importanti stagioni musicali italiane quali: MITO Settembremusica (Torino), Società dei Concerti (Milano), Unione Musicale (Torino) Trame Sonore (Mantova), I Concerti del Quirinale (Roma), Polincontri (Torino), Rivolimusica, I Concerti dell’Università della Tuscia (Viterbo), Milano Classica, I Concerti del Pomeriggio del Teatro Alfieri (Torino), Fondazione William Walton (Napoli), Settembre Musicale Orta (Novara), Ravello Concert Society (Napoli), Concerti a Palazzo Labia (Venezia), Teatro Torti (Bevagna). Si è anche esibita in Russia, Stati Uniti, Francia, Svizzera, Inghilterra e Romania.
Collabora stabilmente in duo con il flautista Romano Pucci (primo flauto Teatro alla Scala di Milano), a quattro mani e due pianoforti con la pianista Irene Veneziano ed esplora il repertorio liederistico con il soprano Susanna Rigacci.
È stata premiata in numerosi concorsi: a 13 anni si classifica terza assoluta al Concorso Internazionale di San Pietroburgo, da allora si classifica prima assoluta in numerosissimi concorsi italiani: Stresa, Premio J.S. Bach, Premio Kawai, Premio Clementi e molti altri. Più recentemente, nel 2014 è vincitrice del Concorso Internazionale Festival di Bellagio
Suoi concerti sono stati trasmessi in diretta da emittenti radio quali Rai Radio3 e recentemente è stata ospite della trasmissione “Il Pianista” in onda su Radio Classica. Ha registrato per l’etichetta Sheva un cd dedicato a Chopin e ha partecipato alla registrazione integrale delle Sonate per violoncello e pianoforte di Beethoven in duo con Stefano Cerrato. Per l’etichetta Velut Luna ha registrato “Sortilèges” con musiche di Ravel e Saint Saëns in duo con I. Veneziano; per Egea l’integrale delle opere di T.Milanollo in duo con la violinista Valentina Busso; per Da Vinci Publishing il cd “Lettres sur la Danse”, con l’integrale delle ballate di Chopin e altri brani.
Ha affiancato all’attività concertistica l’attività di docente e pianista collaboratore stabile presso l’Accademia del Teatro alla Scala di Milano dal 2010 al gennaio 2021. Attualmente insegna Pratica e Lettura Pianistica presso il Conservatorio “Franco Vittadini” di Pavia.
 
---
 
“Riprendiamoci il tempo perduto”
celebrando ancora i 250 anni di Beethoven con Liszt e… con alcuna licenza
 
Rassegna di concerti su pianoforte Erard del 1879, come quello che Liszt possedeva ed usava a Villa d’Este.
I concerti si terranno la domenica alle ore 11:15, con prenotazione obbligatoria.
 
Anche questa nona edizione della rassegna “Il ‘suono’ di Liszt a Villa d’Este” vedrà come argomento principale Beethoven (17/12/1770-26/3/1827) in occasione dei 250 anni dalla nascita.
 
"Come per la scorsa edizione ci piace sottolineare la speciale valenza culturale dei concerti contrassegnati dalla sigla b/n: in essi vengono proposte quelle che definiamo le “Sinfonie in bianco e nero”, alludendo sia banalmente al colore dei tasti del pianoforte ma soprattutto al fatto che tali trascrizioni sono come le stampe, le quali riproducono i quadri policromi riportando fedelmente il disegno ma simulando i colori con le gradazioni del chiaroscuro. Similmente Liszt riproduce i colori dell’orchestra grazie a studiate ed efficacissime combinazioni armoniche, ma anche timbriche, stante la caratteristica disuniformità del timbro nei pianoforti dell’epoca lungo i diversi registri della tastiera (dal grave all’acuto). E il pianoforte dei nostri concerti è non solo dell’epoca ma finanche dello stesso tipo che Liszt ha usato nel concepire le sue trascrizioni o al quale era comunque profondamente abituato, avendolo usato per decenni in modo quasi esclusivo: si possono quindi apprezzare le preziose sfumature armoniche e timbriche volute dall’autore, spesso alterate nei pianoforti più moderni, e che talora sono una piacevole scoperta per gli stessi interpreti".
Giancarlo Tammaro (direttore artistico)
 
Organizzazione:
Associazione culturale Colle Ionci
Fondazione Arte e Cultura Città di Velletri
Con il Patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Velletri
Accademia di alto perfezionamento Musicale Roma Castelli
Associazione Mozart Italia – Castelli Romani
 
I concerti si terranno con capienza dimezzata e posti distanziati, rispettando i protocolli di sicurezza anti Covid.
È necessaria la prenotazione ai nn. 3711508883 o 3393381360
oppure via e-mail a colleionci@gmail.com
 
CONDIVIDI
 
 
 
 
Con un breve omaggio a Chopin nel giorno preciso della scomparsa (17/10/1849).
Al pianoforte Eliana Grasso.

 
PROGRAMMA:
 
Sinfonia n.7 in La maggiore op.92 (1811-12)
nella trascrizione per pianoforte solo di Franz Liszt
- Poco sostenuto - Vivace
- Allegretto
- Scherzo: Presto-Assai meno presto-Presto
- Allegro con brio
 
Omaggio a Chopin con 4 suoi brevi brani legati al mondo della Danza
Fryderik Chopin (1810-1849)
Preludio in Mi minore op.28 n.4
Preludio in La maggiore op.28 n.7
Mazurca in La minore op.17 n.4
Mazurca in La minore op.68 n.2 (postuma)
 
Franz Liszt (1811-1886)
“La danza nella taverna del villaggio”: Mephisto Valzer n.1
(versione per pianoforte solo dello stesso Liszt) S.514
 
Eliana Grasso, pianista, svolge attività concertistica in Europa e negli Stati Uniti in sale rinomate, come la Wigmore Hall, la Royal Academy of Music e il Bloomsbury Theater a Londra, la Carnegie Hall a New York, la Sala Verdi a Milano, l’Hermitage di San Pietroburgo, Theatre La Filature di Mulhouse, la Sala Maffeiana del Teatro Filarmonico di Verona, il Teatro Sociale di Bellinzona, la Cappella Paolina del Quirinale a Roma, Salon Chopin (Société Historique Polonaise) a Parigi, Palazzo Ducale a Mantova, Teatro Piccolo Regio a Torino e numerose altre.
Diplomata con il massimo dei voti presso il conservatorio “G. Verdi” di Torino, e premiata con la borsa di studio “Lascito Piacenza” per il miglior esame conclusivo, prosegue gli studi presso l’Accademia “Incontri con il Maestro di Imola” dove studia con F.Scala, R.Risaliti, P.Masi. Si perfeziona anche con K.Bogino, E.Arciuli, P.Badura-Skoda, M.Damerini, A.Lucchesini, S.Gadžijev, J.Swann, P.De Maria, L.Pogorelich.
Debutta nel 1994 eseguendo il concerto in re maggiore di Haydn, diretta da Luca Pfaff con l’Orchestra Sinfonica di Mulhouse, ricevendo grandi consensi di pubblico e critica, e ha poi collaborato con numerose orchestre quali l’Orchestra Magister Harmoniae, l’Orchestra Piccolo Auditorium Paradisi, l’Orchestra del Teatro Filarmonico di Verona, diretta fra gli altri da Piero Bellugi.
Si esibisce regolarmente come solista e in formazioni cameristiche per le più importanti stagioni musicali italiane quali: MITO Settembremusica (Torino), Società dei Concerti (Milano), Unione Musicale (Torino) Trame Sonore (Mantova), I Concerti del Quirinale (Roma), Polincontri (Torino), Rivolimusica, I Concerti dell’Università della Tuscia (Viterbo), Milano Classica, I Concerti del Pomeriggio del Teatro Alfieri (Torino), Fondazione William Walton (Napoli), Settembre Musicale Orta (Novara), Ravello Concert Society (Napoli), Concerti a Palazzo Labia (Venezia), Teatro Torti (Bevagna). Si è anche esibita in Russia, Stati Uniti, Francia, Svizzera, Inghilterra e Romania.
Collabora stabilmente in duo con il flautista Romano Pucci (primo flauto Teatro alla Scala di Milano), a quattro mani e due pianoforti con la pianista Irene Veneziano ed esplora il repertorio liederistico con il soprano Susanna Rigacci.
È stata premiata in numerosi concorsi: a 13 anni si classifica terza assoluta al Concorso Internazionale di San Pietroburgo, da allora si classifica prima assoluta in numerosissimi concorsi italiani: Stresa, Premio J.S. Bach, Premio Kawai, Premio Clementi e molti altri. Più recentemente, nel 2014 è vincitrice del Concorso Internazionale Festival di Bellagio
Suoi concerti sono stati trasmessi in diretta da emittenti radio quali Rai Radio3 e recentemente è stata ospite della trasmissione “Il Pianista” in onda su Radio Classica. Ha registrato per l’etichetta Sheva un cd dedicato a Chopin e ha partecipato alla registrazione integrale delle Sonate per violoncello e pianoforte di Beethoven in duo con Stefano Cerrato. Per l’etichetta Velut Luna ha registrato “Sortilèges” con musiche di Ravel e Saint Saëns in duo con I. Veneziano; per Egea l’integrale delle opere di T.Milanollo in duo con la violinista Valentina Busso; per Da Vinci Publishing il cd “Lettres sur la Danse”, con l’integrale delle ballate di Chopin e altri brani.
Ha affiancato all’attività concertistica l’attività di docente e pianista collaboratore stabile presso l’Accademia del Teatro alla Scala di Milano dal 2010 al gennaio 2021. Attualmente insegna Pratica e Lettura Pianistica presso il Conservatorio “Franco Vittadini” di Pavia.
 
---
 
“Riprendiamoci il tempo perduto”
celebrando ancora i 250 anni di Beethoven con Liszt e… con alcuna licenza
 
Rassegna di concerti su pianoforte Erard del 1879, come quello che Liszt possedeva ed usava a Villa d’Este.
I concerti si terranno la domenica alle ore 11:15, con prenotazione obbligatoria.
 
Anche questa nona edizione della rassegna “Il ‘suono’ di Liszt a Villa d’Este” vedrà come argomento principale Beethoven (17/12/1770-26/3/1827) in occasione dei 250 anni dalla nascita.
 
"Come per la scorsa edizione ci piace sottolineare la speciale valenza culturale dei concerti contrassegnati dalla sigla b/n: in essi vengono proposte quelle che definiamo le “Sinfonie in bianco e nero”, alludendo sia banalmente al colore dei tasti del pianoforte ma soprattutto al fatto che tali trascrizioni sono come le stampe, le quali riproducono i quadri policromi riportando fedelmente il disegno ma simulando i colori con le gradazioni del chiaroscuro. Similmente Liszt riproduce i colori dell’orchestra grazie a studiate ed efficacissime combinazioni armoniche, ma anche timbriche, stante la caratteristica disuniformità del timbro nei pianoforti dell’epoca lungo i diversi registri della tastiera (dal grave all’acuto). E il pianoforte dei nostri concerti è non solo dell’epoca ma finanche dello stesso tipo che Liszt ha usato nel concepire le sue trascrizioni o al quale era comunque profondamente abituato, avendolo usato per decenni in modo quasi esclusivo: si possono quindi apprezzare le preziose sfumature armoniche e timbriche volute dall’autore, spesso alterate nei pianoforti più moderni, e che talora sono una piacevole scoperta per gli stessi interpreti".
Giancarlo Tammaro (direttore artistico)
 
Organizzazione:
Associazione culturale Colle Ionci
Fondazione Arte e Cultura Città di Velletri
Con il Patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Velletri
Accademia di alto perfezionamento Musicale Roma Castelli
Associazione Mozart Italia – Castelli Romani
 
I concerti si terranno con capienza dimezzata e posti distanziati, rispettando i protocolli di sicurezza anti Covid.
È necessaria la prenotazione ai nn. 3711508883 o 3393381360
oppure via e-mail a colleionci@gmail.com
 
 
Scarica materiale
 
 
Il CastellInforma è uno strumento di divulgazione online degli eventi di interesse culturale sociale e turistico dei Castelli Romani. Curato dal Consorzio Sistema Castelli Romani (SCR), cui aderiscono i 17 Comuni dei Castelli, è un servizio delle biblioteche per il territorio.
 
Informazioni aggiuntive sugli eventi pubblicati andranno richieste agli organizzatori ai recapiti indicati. La Redazione declina ogni responsabilità per variazioni/cancellazioni degli eventi segnalati
 
Registrazione al Tribunale di Velletri N.7/12 del 13/04/2012
 
 
castellinforma
Consorzio Sistema Castelli Romani
Viale Giuseppe Mazzini, 12
Genzano di Roma (RM)
 
contatti
Telefono: 0693956063
info@castellinforma.it
facebook/castellinforma
 
 
 
 
DIRETTORE RESPONSABILE:
Claudia Recchi
 
REDAZIONE EVENTI:
Marta Di Flumeri, Maurizio Reali, Chiara Rondoni
 
WEBMASTER:
Valerio Marino
 
SVILUPPO