Tradizionale infiorata - 241ª ediz. 'La via della bellezza'
 
Festival/Manifestazione
 
 
 
 
Dove e Quando

Genzano di Roma
Da SAB 22 Giugno a LUN 24 Giugno

 
Come
Evento per: Adulti, Bambini, Giovani, Ragazzi, Senior
 
Per informazioni
Tel: 0693711228
Tel: 0693711215 (addetto stampa) - 0693711252-347
 
 
 
CONDIVIDI
 
 
 
 
 
DOVE e QUANDO
Da SAB 22 Giugno a
LUN 24 Giugno

Genzano di Roma (RM)

 
 
 
Quest’anno l’Infiorata si terrà il 22, il 23 e il 24 giugno nella antica via Livia, oggi via Italo Belardi, che per l’occasione sarà ricoperta di un tappeto fiorito che si estende per quasi 2.000 metri quadrati e impegna circa 415.000 steli di garofano per colorare i quadri.
E proprio per omaggiare la storica via Livia si è scelto come tema 'La via della bellezza'. Un chiaro riferimento al mondo ampio e variegato della bellezza che racchiude al suo interno molteplici concetti: arte, caos, cosmo-natura, eleganza, estetica, fascino, forma, gloria, grazia, gusto, meraviglia, splendore, stile, sublime, con l’obiettivo di rappresentare ed evidenziare la bellezza storica dell’arte dell’infiorare che si svolge dal lontano 1778.
Un tema, dunque, che lascia ampio spazio alla creatività e all’ingegnosità di coloro che attraverso le mani, la testa e il cuore danno vita alla manifestazione: i maestri infioratori. La conferma arriva dallo stesso assessore alla Cultura, Francesca Saitta: “Genzano può essere considerata a pieno titolo la culla dell’Infiorata e della bellezza, una bellezza fatta di colori, armonia e splendore vissuti senza tempo”.
Tra le novità di questa 241ª edizione, la scelta di Lorenzo Quinn come artista ospite. Nato a Roma, lo scultore italiano è figlio della pluripremiata star di Hollywood Anthony Quinn. Ispirato da maestri assoluti come Michelangelo, Bernini e Rodin, le sue opere-installazioni hanno iniziato ben presto a fare il giro del mondo, all’interno di collezioni private, musei e non solo.

Il Programma sarà definito i primi del mese di giugno 2019.

---
 
Era il lontano 1778 quando per la prima volta le strade di Genzano di Roma si sono riempite di petali di fiori. E da allora ogni anno, in concomitanza con il Corpus Domini, prende forma la tradizionale Infiorata, manifestazione di carattere religioso, storico e folcloristico che ci rende famosi in tutto il mondo. L’Infiorata di Genzano di Roma nel 2011 è stata riconosciuta dal ministero del Turismo ‘Patrimonio d'Italia per la tradizione’ quale “espressione della capacità di promuovere il turismo e l’immagine nazionale e di valorizzare la storia e la cultura del territorio con un’interpretazione adeguata ai tempi di oggi”.
Quest’anno l’Infiorata si terrà il 9, il 10 e l’11 giugno nella antica via Livia, oggi via Italo Belardi, che per l’occasione sarà ricoperta di un tappeto fiorito che si estende per quasi 2.000 metri quadrati e impegna circa 415.000 steli di garofano per colorare i quadri.
Giunta alla sua 240esima edizione, la Tradizionale Infiorata 2018 ha come obiettivo dare libera espressione ai realizzatori dei quadri infiorati permettendo loro di seguire la propria creatività artistica nel rispetto della tradizione. Dal 1982 tale tradizione vuole che, a dare ulteriore prestigio all’evento, l’Infiorata ospiti tra i suoi disegnatori, un artista di fama nazionale e internazionale, che è solito omaggiare la nostra città con un’opera unica, di grande pregio e valore, dando lustro, spessore e risonanza alla manifestazione stessa. Il titolo di questa 240esima edizione sarà L’Infiorata di Genzano di Roma: 240 anni di storia, arte e tradizione.
Oltre all’immenso tappeto floreale di circa 2.000 metri quadrati, nel corso delle giornate vengono realizzati diversi eventi collaterali di carattere culturale all’interno dei luoghi simbolo della città quali il Palazzo e il Parco Sforza Cesarini, il borgo antico, la piazza Tommaso Frasconi e i tipici vicoli cittadini. Tra le molteplici attività collegate alla tradizionale Infiorata: mostre di artisti all’interno di Palazzo Sforza Cesarini, concerti, esibizioni corali con canti tradizionali, esibizioni a cura degli artisti locali di strada nei maggiori luoghi attrattivi della città per regalare momenti di intrattenimento durante le passeggiate dei turisti, sfilata storica in costume delle Associazioni presenti sul territorio.
 
L’allestimento dell’Infiorata
La manifestazione è articolata con il seguente calendario:
•          marzo - scelta dei bozzetti per la realizzazione dell'Infiorata;
•          aprile - lavoro di conteggio fiori ed essenze vegetali occorrenti per la realizzazione del tappeto floreale;
•          maggio - apertura del cantiere dell'Infiorata;
•          giugno - lavori di cantiere, realizzazione Infiorata dei ragazzi e Tradizionale Infiorata.
Suggestive le attività legate alla realizzazione vera e propria dell’Infiorata: lo “spelluccamento” dei fiori - cioè la separazione dei petali dalle corolle e la loro divisione per colore in cassette che vengono custodite nelle grotte sotterranee del Comune - e la preparazione delle essenze, momento di particolare interesse; la preparazione dei disegni sul selciato da parte degli artisti infioratori (il sabato sera); la preparazione del disegno dell’artista ospite dell’edizione; la posa dei petali sul selciato da parte Maestri Infioratori e Capipezzo (la domenica mattina), l’Infiorata completata (primo pomeriggio della domenica), la Processione del Corpus Domini (domenica sera), ed infine lo “spallamento” - quando i bambini correndo dalla scalinata della Chiesa di Santa Maria disfano i quadri infiorati. La tradizione religiosa trova infatti il suo momento importante nella Solenne Processione del Corpus Domini e nella Celebrazione Eucaristica, al termine della quale, nel pomeriggio del lunedì, un carosello di colori e musica e cortei storici, creati dal gruppo folcloristico locale, invade le vie cittadine chiudendo così la manifestazione in modo allegro e spensierato, trasmettendo, con i loro canti e balli tradizionali locali, un messaggio ai ragazzi più giovani che sono coloro che, nel prossimo futuro, continueranno a tramandare e migliorare questa pluricentenaria manifestazione.
 
Materia prima: i fiori
I protagonisti dell’Infiorata sono i fiori, che una volta raccolti e ‘speluccati’ vengono posti a terra con tecniche che affondano le proprie radici nella storia ma che si rinnovano attraverso l’espressione della creatività dei Maestri Infioratori.
Il compito dei Maestri Infioratori è quello di guardare alla grande varietà di fiori del nostro territorio, mettere insieme petali sparsi alla rinfusa e formare tappeti di fiori disposti in modo tale da delineare una vera e propria opera d’arte. Una perizia che passa attraverso la conoscenza delle specie vegetali, dei migliori accostamenti cromatici, delle tecniche per il trattamento dei petali, per la messa a terra, la conservazione e molto altro. La straordinaria arte dell’infiorare è una tradizione che dura ormai da oltre 200 anni, una maestria trasmessa di padre in figlio o, più in generale, messa generosamente a disposizione di chi voglia prestare occhi, mani, testa e cuore per tramandare questa magnifica tradizione.
Tutto il materiale utilizzato proviene rigorosamente dal mondo vegetale, non si parla solo di garofani ma anche di: ginestra, sausa, finocchiella, seme di pino, crisantemo, corteccia di pino, nero vite, granturco, riso, salvia, peperoncino, grano, soia, bucce di pinoli, origano, nero caffè, crusca, nero pigna. Un lungo elenco di petali, foglie, terre e cortecce dalle infinite sfumature, necessario per una raffigurazione che sia il più possibile fedele a ciò che si intende riprodurre, dalle forme geometriche ai motivi decorativi, dalle figure umane agli oggetti, dagli animali ai paesaggi.

---
Photo by Giovanni Biallo (DMO Castelli Romani - Visitcastelliromani)
 
 
 
 
 
 
Il CastellInforma è uno strumento di divulgazione online degli eventi di interesse culturale sociale e turistico dei Castelli Romani. Curato dal Consorzio per il Sistema Bibliotecario dei Castelli Romani (SBCR), cui aderiscono i 17 Comuni dei Castelli, è un servizio delle biblioteche per il territorio.
 
Informazioni aggiuntive sugli eventi pubblicati andranno richieste agli organizzatori ai recapiti indicati. La Redazione declina ogni responsabilità per variazioni/cancellazioni degli eventi segnalati
 
Testata registrata al Tribunale di Velletri il 13/04/2012 - Reg. N. 7/12
 
 
 
castellinforma
Consorzio per il Sistema Bibliotecario dei Castelli Romani
Viale Giuseppe Mazzini, 12
Genzano di Roma (RM)
 
contatti
Telefono: 0693956063 Int. 18
info@castellinforma.it
facebook/castellinforma
 
 
 
 
 
DIRETTORE RESPONSABILE:
Claudia Recchi
 
REDAZIONE EVENTI:
Marta Di Flumeri, Maurizio Reali, Chiara Rondoni
 
WEBMASTER:
Cristiana Suriano
 
SVILUPPO
 
 
 
 

 
Entra in CastellInforma.it
 
 

 
 
 
 

 
Iscriviti alla newsletter di CastellInforma.it
 

 
La tua e-mail
 
 
 
 
 
Scegli una o più tematiche di tuo interesse
 
 
 


 
Registrati su CastellInforma.it
 
 
 

 
Nome 
 
 
 
Cognome 
 
 
 
E-mail